L’idea di questo BLOG nasce dal quotidiano impegno nel mio primo gruppo , QUELLI CHE… DOPO 21 GIORNI STANNO ANCORA INSIEME. Un gruppo di “vegani col cuore e con la pancia”.
Ho compiuto da poco 50 anni, ho 3 splendidi figli, una agitatissima quasi 18enne, Domiziana,  e due gemelli 6enni, Ascanio e Lavinia; sono sempre stata appassionata di alimentazione ma anche di cucina, buona cucina e quando nel 2012 ho scoperto di avere un cancro al seno, ho messo in dubbio tutte le mie conoscenze in merito, le mie abitudini, i miei gusti.

A Maggio del 2014, ho incontrato Aida Vittoria Eltanin, autrice vegana, quando ero ai miei primi passi nel mondo del Veg. Ho approfittato con entusiasmo di una occasione da lei fornita: un evento facebook  in cui riuniva un numero importante di aspiranti vegani ed un numero minore di vegani “esperti”. Il tutto condito da tanto entusiamo, professionalità, curiosità, pazienza ed una infinità di ricette. Essendo stata vegetariana per un lungo periodo, amando moltissimo tutti i vegetali, sono partita avvantaggiata. E la certezza di aver intrapreso il giusto percorso, non mi ha fatto voltare indietro.
Dopo aver affrontato terapie debilitanti ed aver intossicato il mio corpo pesantemente, ho capito che la cosa importante da fare era ALIMENTARSI CORRETTAMENTE, e questo significava eliminare TUTTI i prodotti di origine animale, dare la giusta importanza alla loro tracciabilità, e da curiosa ed attenta quale son sempre stata, ho cominciato ad allargare il mio campo di interessi, di studi in materia. Ho cominciato a partecipare attivamente alla vita di diversi gruppi FB che trattavano tematiche di salute, ho incontrato persone fantastiche, persone vere e non virtuali, prima tra tutte la mia amica Simona De Robertis che mi ha aperto gli occhi sulle terapie alternative al cancro.
Ho cominciato a mettere a fuoco l’importanza del cibo per evitare una recidiva, ho scoperto il significato della parola NUTRACEUTICA, ed ho scoperto che eliminare i medicinali mettendo nei piatti i giusti mix di alimenti era non solo auspicabile ma anche possibile.
Ho presto cominciato a notare i primi cambiamenti: i miei valori ematici si sono normalizzati, i problemi cardiovascolari derivanti dalle terapie sono divenuti gestibili o quasi scomparsi, pressione arteriosa normalizzata, tutta una serie di parametri sballati rientrati magicamente nei range.
Continuavo ad impegnarmi per rendere pubblici i miei traguardi, quelli di persone nelle mie condizioni, tanto che il gruppo è cresciuto diventando un punto di riferimento per molti.

Lungo il cammino ho fatto anche altri incontri, importanti, a cui devo necessariamente dare spazio. Persone splendide, che seppure a distanza, seppure frequentate in modo virtuale, mi hanno aiutata e mi stanno tuttora aiutando nel percorso di guarigione, prima, e nella vita intera dopo.
La confidenza che si raggiunge con una chat sempre aperta, 24 ore, l’intimità a cui abbiamo accesso entrando nella vita di persone lontane, non può essere sminuita dalla distanza fisica.

Una su tutte, Monique Bert, la mia fatina. La mia magica NATUROPATA . Come spesso accade nella grandi amicizie, il nostro primo incontro è stato a dir poco burrascoso. Ci siamo pressochè insultate in una chat, con un vigore incredibile. Appassionata e preparata, mi ha poi stregato. E non vi nego che le nostre interminabili chat sono divenute un mio irrinunciabile rito quotidiano. Potete approfondire la sua conoscenza in questo stesso blog, sul quale scrive degli articoli oppure nel suo accuratissimo blog FOOD4CARE.

Questo sarà il mezzo attraverso cui spiegare  “il mio mondo VEG”, un mondo che spazia dalle ricette di cucina a quelle del detersivo piuttosto che alle tisane della nonna o i rimedi omeopatici. Un mondo in cui è auspicabile e determinante un ritorno ai tempi antichi. Un mondo fatto di autoproduzione e scelte etiche ed ecosostenibili.  Un mondo in cui “VEG” non si traduce in un pasto senza cibi animali, non si esaurisce in cucina, a tavola, ma ci segue ovunque. Suggerendoci un’attenzione per l’etica in senso ampio. Riconciliandoci con la natura. Spingendoci ad una empatia nei confronti del mondo animale. Stimolando l’impegno personale di ciascuno a limitare l’inquinamento del nostro piccolo micro cosmo. Comprendo che l’impegno richiesto potrebbe sembrare gravoso: il lavoro, la famiglia i vari impegni quotidiani, ma se potessimo  le conseguenze delle nostre mancanze nel futuro dei nostri figli, credo che saremmo concordi nel dire che, tutto sommato, ne vale la pena.

p.s. scusate se non troverete sempre le ricette complete e sistemate, ho almeno un anno di arretrati da aggiornare. Spero di poterlo fare al più presto.

Comments
  1. Iva

    Non vedo l’ora di spulciare tutto!!! grazie Ale per tutto quello che fai per condividere le tue esperienze con tutti noi….io ho iniziato ad appasionarmi a tutto dopo averti incrociato nel mio cammino <3

  2. RITA HOEFER

    Grazie della tua testimonianza, spero do poter trovare nelle tue ricette un modo valido per sostituire la carne, magari delle ricette con il tofu che non riesco a perparare.

    • Spero di potervi essere utile, così come per me lo sono stati in questi mesi decine di gruppi diversi.
      Non amo particolarmente il tofu, ma qualche ricetta ogni tanto la preparo. In natura esiste una varietà tale di alimenti, che non sentiremo certo la mancanza del tofu.

    • Monique

      Ciao Rita :)

  3. Stefania

    Felice di averti conosciuto!
    Grazie della condivisione della tua esperienza :))
    Stefi

  4. stefania amore

    Una vera forza della natura!!!!
    Ti seguo….ovunque…E chest’è! :)
    Baci Stefi

    • Ma baci anche a te tesorino! Sto ricevendo delle bellissime testimonianze d’affetto. Grazie Stefi.

  5. Grande Alessandra ti seguo da novembre dai 21 giorni e ti ammiro moltissimo per tutto quello che fai ! e continuerò a seguirti

    • Grazie! Le manifestazioni di affetto che sto ricevendo stanno facendo salire la mia autostima con picchi esagerati! ahahaha Io continuerò perchè mi piace veramente molto stare con voi.

  6. Ciao Ale, anche io ho fatto un giro sull’arca quest’anno e come te ho deciso di aprire un blog per diffondere tutto quello che imparato. Sono ancora all’inizio e ho poco tempo per rendere vivo il blog, ma mi impegno :-) Sono contenta di averti incontrata…

  7. Colomba

    Complimenti e grazie!!!!

  8. Giorgia

    Ciao. Che testimonianza affascinante! Scrivi benissimo, hai vissuto almeno due vite (ma anche tre con i gemelli!) e le tue ricette sono splendide. Ti leggo in vari gruppi da un po’ ma con -solo- 2 figli lavoro ecc ho poco tempo per navigare. Invece oggi grazie a un link mi sono incuriosita ed eccoti.
    Hai un calore straordinario nel
    raccontarti. Grazie e ci ritroviamo a breve! Giorgia

    • Queste sono le testimonianze che mi danno la gioia per continuare, l’energia per superare la stanchezza delle giornate faticose di noi plurimamme impegnate in mille cose tutti i giorni. Grazie per l’affettuosa dimostrazione, a presto!

  9. Naomi

    Ti conosco da poco…devi essere sincera mi ero fatta un pensiero diverso…poi ho cominviato a leggere con interesse cio che scrivevi…e ho capito che sei una persona che ha tanto ma tanto da insegnare….io sono ignoranate in questo monuovo vegano…ma penso che l importante è cominciare a piccoli passi….e l approccio è l interesse che nutro x questo mondo è tanto….grazie ale!!! Grazie x la testimonianza!!!!

    • Grazie a te, piuttosto, soprattutto per la sincerità, ma ti dico subito che non sei stata l’unica ad avermi apprezzata solo “dopo un po’”. Ma meglio così, almeno hai avuto modo di notare anche altre sfaccettature che fanno di me la persona curiosa ed intraprendente che a volte vi sta un po’ sulle balle ma che, però, cerca di esserci sempre quando la cercate. Spero vorrai seguirmi e spero troverai spunti di vita interessanti.

Submit a Comment